Mar19062018

Ultimo aggiornamento06:43:53

Certificazione Privacy Officer: come ottenerla

  • PDF

Con la ripresa delle attività dopo la pausa estiva, subito un'opportunità per ottenere la certificazione di Privacy Officer e Consulente della Privacy con il TÜV Examination Institute, con la sessione di esami  in programma il 23 settembre 2014 a Bologna. Potranno partecipare sia coloro che hanno frequentato con profitto il Master Privacy Officer di 48 ore, ma anche gli esperti di data protection che possiedono già un notevole bagaglio di esperienza, che potranno accedere agli esami sostenendo prima una prova preliminare con TÜV per dimostrare le loro competenze. 

 

Già oltre 150 i certificati emessi, e quasi 600 professionisti in corsa per ottenere il prestigioso certificato basato sulla Norma ISO 17024 ed essere iscritti nel Registro delle figure professionali detenuto dall'ente bavarese. Gli esami per Privacy Officer sono condotti da esperti di chiara fama, e sono strutturati in due prove scritte, (un caso pratico e una parte a quiz), e una prova orale, nelle quali il candidato deve dimostrare di possedere le conoscenze richieste dallo schema di certificazione del TÜV Examination Institute. Anche se si tratta di un esame impegnativo, secondo le statistiche di Federprivacy la percentuale di promozione agli esami è stata finora del 93,13%, e al candidato che boccia agli esami è data possibilità di ripeterli senza dover pagare alcuna quota di iscrizione. Nella lista degli esperti abilitati che hanno svolto finora il ruolo di commissari d'esame, TÜV si è avvalso di noti professionisti come l'Avv. Rosario Imperiali, e l'Avv. Antonio Ciccia. 

Per accedere agli esami di certificazione, i candidati  devono soddisfare i requisiti dello schema, tra cui avere una esperienza professionale specifica come consulente privacy o privacy officer di almeno due anni, e aver frequentato con profitto un corso specialistico di almeno 48 ore (vedasi il master riconosciuto da TÜV e dal Consiglio Nazionale Forense, presso il Ministero della Giustizia), o in alternativa sostenere la prova preliminare con lo stesso organismo di certificazione. La prossima edizione del Master, si svolgerà a fine settembre a Milano.

Fonte: Federprivacy

Ti può interessare anche:

Commenti (0)
Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti!

Ultimo aggiornamento Lunedì 22 Settembre 2014 14:23

Focus

Privacy, utenti più tutelati con il giro di vite sul consenso

Privacy, utenti più tutelati con il giro di vite sul consenso

Amici che con vostro stupore sanno dove vi trovate o che musica state ascoltando, call center che vi bersagliano di telefonate promozionali nonostante non vi ricordiate di aver mai dato loro il...

18 Mag 2017 Letto:880

Leggi tutto

RGPD e profilazione: cosa cambia con il nuovo Regolamento?

RGPD e profilazione: cosa cambia con il nuovo Regolamento?

Il diavolo e l’acqua santa: il paradigma potrebbe apparire eccessivo ma descrive in sintesi il rapporto che accomuna le attività di profilazione ed il trattamento dei dati personali. Infatti se esaminiamo tutto...

15 Apr 2016 Letto:5669

Leggi tutto

La sicurezza dei sistemi di ICT in una prospettiva di law and techno…

La sicurezza dei sistemi di ICT in una prospettiva di law and technologies

La sicurezza è un bisogno innato nell’essere umano, legato alla costante presenza nell’ambiente di condizioni di imprevedibilità che determinano nell’uomo stati emozionali di insicurezza, di paura. Nella sua analisi delle motivazioni del...

04 Apr 2016 Letto:1461

Leggi tutto

I dati personali come un numero telefonico? Il diritto alla portabil…

I dati personali come un numero telefonico? Il diritto alla portabilità del dato nel nuovo Regolamento UE

I dati personali come un numero di telefono. Standardizzati, leggibili a macchina, in definitiva portabili. È l’obiettivo dichiarato dal nuovo articolo 18 del Regolamento Europea sulla protezione dei dati personali, secondo cui “l'interessato...

04 Apr 2016 Letto:1544

Leggi tutto

Nuovo Regolamento europeo: molto più complesso se si pensa allo scen…

Nuovo Regolamento europeo: molto più complesso se si pensa allo scenario

Il Regolamento europeo per la privacy, non è una semplice nuova legge, per le aziende sarà una innovazione che si dovrà inserire in un contesto estremamente complesso ed in uno scenario giuridico...

04 Apr 2016 Letto:2064

Leggi tutto
Il Corriere della Privacy S.r.l. P.I. 06199650489 - Testata registrata Tribunale di Firenze N.5871 del 08.05.2012
©Copyright 2011-2018 | | Direttore Responsabile: Nicola Bernardi