Sab23092017

Ultimo aggiornamento06:43:53

Attenzione, le vostre telecamere possono spiarvi!

  • PDF

Secondo uno studio di Gartner, sono circa 464 milioni le telecamere installate nel mondo, e sfioreranno il miliardo entro il 2018. Dovrebbero essere le vostre alleate preferite dell'era hi-tech per vedere dove i vostri occhi non arrivano, ma sempre più spesso violano la vostra privacy, e spesso a vostra insaputa. 

Se pensate che il problema non vi tocchi personalmente, forse non sapete che tutto ciò che occorre a un malintenzionato per impadronirsi della webcam del vostro smartphone e scattarvi delle foto senza che vi accorgiate di niente è un software facilmente scaricabile su internet come "Adwind" e un semplice sms.

E siete proprio sicuri che qualcuno non vi spii dalla webcam del vostro pc? alcuni ricercatori della Johns Hopkins University hanno dimostrato che è possibile con il software RAT (Remote Administration Tool), e tra coloro che l'hanno sperimentato a proprie spese c'è anche l'ex Miss Teen Usa Cassidy Wolf, che è stata fotografata (e poi anche ricattata) mentre era nuda nella sua stanza.

Se di solito i computer sono protetti da antivirus, l'esperto di IT Kurt Stammberger ha rilevato che quasi tutte le smart tv collegate a internet non lo sono affatto, e le loro webcam integrate possono essere facilmente violate e sfruttate da hacker per sottrarre numeri di carte di credito, o da guardoni a cui piace osservarvi mentre guardate la tv comodamente seduti sul vostro divano.

E forse non lo sapete, ma potreste essere addirittura protagonisti di un reality show dentro casa vostra: se non siete certi che le vostre telecamere siano adeguatamente protette, fareste meglio a dare un'occhiata a siti come www.exploit-db.com, da cui è possibile spiare indisturbati migliaia di scene della vita quotidiana altrui semplicemente con un click, osservando persone spesso occupate a fare cose che in genere non farebbero mai se solo dubitassero di essere visti da estranei attraverso le loro stesse telecamere.

Se pensate di installare un sistema di videosorveglianza per difendervi dai ladri e per tutelare la vostra privacy, affidatevi a un esperto di protezione dei dati, altrimenti correte il rischio che proprio attraverso le telecamere riusciate involontariamente a rendere più facile il lavoro di chi sta pensando di derubarvi o di ficcare il naso nella vostra sfera privata.

Fonte: Metro News, articolo a cura di Nicola Bernardi, presidente di Federprivacy - @Nicola_Bernardi

Ti può interessare anche:

Commenti (0)
Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti!

Focus

Privacy, utenti più tutelati con il giro di vite sul consenso

Privacy, utenti più tutelati con il giro di vite sul consenso

Amici che con vostro stupore sanno dove vi trovate o che musica state ascoltando, call center che vi bersagliano di telefonate promozionali nonostante non vi ricordiate di aver mai dato loro il...

18 Mag 2017 Letto:469

Leggi tutto

RGPD e profilazione: cosa cambia con il nuovo Regolamento?

RGPD e profilazione: cosa cambia con il nuovo Regolamento?

Il diavolo e l’acqua santa: il paradigma potrebbe apparire eccessivo ma descrive in sintesi il rapporto che accomuna le attività di profilazione ed il trattamento dei dati personali. Infatti se esaminiamo tutto...

15 Apr 2016 Letto:3188

Leggi tutto

La sicurezza dei sistemi di ICT in una prospettiva di law and techno…

La sicurezza dei sistemi di ICT in una prospettiva di law and technologies

La sicurezza è un bisogno innato nell’essere umano, legato alla costante presenza nell’ambiente di condizioni di imprevedibilità che determinano nell’uomo stati emozionali di insicurezza, di paura. Nella sua analisi delle motivazioni del...

04 Apr 2016 Letto:1023

Leggi tutto

I dati personali come un numero telefonico? Il diritto alla portabil…

I dati personali come un numero telefonico? Il diritto alla portabilità del dato nel nuovo Regolamento UE

I dati personali come un numero di telefono. Standardizzati, leggibili a macchina, in definitiva portabili. È l’obiettivo dichiarato dal nuovo articolo 18 del Regolamento Europea sulla protezione dei dati personali, secondo cui “l'interessato...

04 Apr 2016 Letto:1123

Leggi tutto

Nuovo Regolamento europeo: molto più complesso se si pensa allo scen…

Nuovo Regolamento europeo: molto più complesso se si pensa allo scenario

Il Regolamento europeo per la privacy, non è una semplice nuova legge, per le aziende sarà una innovazione che si dovrà inserire in un contesto estremamente complesso ed in uno scenario giuridico...

04 Apr 2016 Letto:1597

Leggi tutto
Il Corriere della Privacy S.r.l. P.I. 06199650489 - Testata registrata Tribunale di Firenze N.5871 del 08.05.2012
©Copyright 2011-2017 | | Direttore Responsabile: Nicola Bernardi