Gio19072018

Ultimo aggiornamento06:43:53

Wikipedia: citazioni "sospette" sul Privacy Officer

  • PDF

Dopo le recenti accuse lanciate contro Wikipedia a causa  della sua sospetta corruttibilità, ultimo caso quello in cui la nota enciclopedia online nel mese di agosto avrebbe promosso 17 volte sulla propria home page un articolo sulla voce "Gibilterra" dietro compenso, adesso la vittima di turno è Federprivacy:

 

Da alcuni mesi, Wikipedia ha recensito la voce “Privacy Officer”, riservando dovutamente spazio alla certificazione di questa figura professionale sulla base della Norma Iso 17024:2004, omettendo di menzionare però l’ente che ha realizzato lo schema di certificazione, cioè Fedeprivacy, associazione di categoria che conta quasi 700 associati, metà dei quali si sono attivati  per ottenere la prestigiosa certificazione, di cui 100 hanno già sostenuto l'esame finale con l'ente tedesco.

 

Motivo per cui Federprivacy non compare nella voce “Privacy Officer” accanto a Tuv? Federprivacy  “non è reputata ancora del tutto enciclopedica”. (vedasi discussione su Wikipedia)

 

Un po’ come dire che Amerigo Vespucci è enciclopedico e Cristoforo Colombo no. Curioso, e soprattuto sospetto…

 

Ma la dimostrazione che qualcosa non va nel modo di operare di Wikipedia in riferimento alla voce Privacy Officer, è avvenuta di recente, quando il 10 settembre 2012 vi è stata inserita ed è stata presente fino alle nostre contestazioni la seguente dichiarazione con tanto di link al sito web:

“In ambito sanitario, la Privacy and Healthcare Information Manager Association si propone di riunire coloro i quali, si occupano direttamente o contribuiscono comunque all’implementazione della disciplina in materia di gestione dell’informazione, di protezione dei dati e di sicurezza sviluppandone la crescita culturale e professionale.

 

Strano davvero, Federprivacy realizza la certificazione del Privacy Officer, Wikipedia la rimuove subito dalla relativa voce con vari pretesti,(blacklist,scorrettezze,etc.) ma al tempo stesso dà spazio nella stessa voce a una associazione che conta ad oggi meno di 30 iscritti, e che “ si propone di riunire coloro i quali…”

Tutto ciò evidenzia che Wikipedia non è effettivamente imparziale come si professa: se fosse giusto non recensire Federprivacy nessun problema, ma non vi sarebbero certo presupposti oggettivi per recensire un’altra associazione, di modestissime dimensioni, e che poco o nulla c’entra in Italia con la figura del Privacy Officer.

 

I criteri adottati in questo caso dalla nota enciclopedia ricordano un po’ l’occasione in cui a Barack Obama  fu assegnato il premio Nobel per la pace nel 2009, vedendo premiate le intenzioni più che i fatti, tanto fu che lo stesso presidente Usa commentò così: “Sono sorpreso, onorato e profondamente commosso, ma non sono sicuro di meritare il premio".

Quale è stata la risposta di Wikipedia alla domanda (postata alle ore 18:52 del 26.09.012)  "perchè la Healthcare Information Manager Association è recensita sulla voce privacy officer?" Ovviamente, nessuna .... solo che "lo scopo resta agire con aggressività e promozione".

Sfidiamo chiunque avesse letto su Wikipedia una recensione del genere su una associazione pressochè insignificante (in termini di enciclopedici, per carità), ed essendo il creatore stesso del progetto oggetto della voce enciclopedia, non si fosse con rispetto permesso di aggiungere alla sumenzionata citazione quello che noi abbiamo aggiunto. In nero quello che riportava l'enciclpodedia, in rosso quello che abbiamo provato a segnalare, ma spazzato via dopo 20 minuti da Wikipedia, lasciando premurosamente la menzione dell'altra associazione)


" In ambito sanitario, la Privacy and Healthcare Information Manager Association [http://www.apihm.it/ Privacy and Healthcare Information Manager Association (APIHM)] si propone di riunire coloro  i quali,  si occupano direttamente o contribuiscono comunque all’implementazione della disciplina in materia di gestione dell’informazione,  di  protezione dei dati e di sicurezza sviluppandone la crescita culturale e professionale. Federprivacy, associazione di categoria di privacy officer in Italia, tra gli oltre 600 associati, conta invece al proprio interno oltre 350 soggetti che hanno intrapreso il percorso di certificazione con TÜV, e circa 90 di questi hanno già sostenuto e superato l'esame finale, ottenendo l'iscrizione nel registro dei privacy officer dell'ente di certificazione tedesco." (vedere per credere la cronologia a questo link su Wikipedia)

 

Ma la malafede di Wikipedia è stata palesata dalla rimozione della menzione posticcia della associazione di 30 soci, avvenuta in data 26 settembre alle 19:23 immediatamente dopo le nostre contestazioni e la diffusione in rete dei nostri comunicati. Ovviamente, loro dichiarano di essere paladini di giustizia e noi quelli che vogliono farsi illegittimamente pubblicità.

 

Chissà se Cristoforo Colombo si fosse permesso di aggiungere su Wikipedia che, "vero che l'America si chiama così per merito di Amerigo Vespucci, tuttavia Cristoforo Colombo fu quello che vi arrivò per primo." Probabilmente il contenuto sarebbe stato rimosso immediatamente. A meno che non avesse avuto qualche aggancio...

Ti può interessare anche:

Commenti (0)
Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti!

Focus

Privacy, utenti più tutelati con il giro di vite sul consenso

Privacy, utenti più tutelati con il giro di vite sul consenso

Amici che con vostro stupore sanno dove vi trovate o che musica state ascoltando, call center che vi bersagliano di telefonate promozionali nonostante non vi ricordiate di aver mai dato loro il...

18 Mag 2017 Letto:904

Leggi tutto

RGPD e profilazione: cosa cambia con il nuovo Regolamento?

RGPD e profilazione: cosa cambia con il nuovo Regolamento?

Il diavolo e l’acqua santa: il paradigma potrebbe apparire eccessivo ma descrive in sintesi il rapporto che accomuna le attività di profilazione ed il trattamento dei dati personali. Infatti se esaminiamo tutto...

15 Apr 2016 Letto:5858

Leggi tutto

La sicurezza dei sistemi di ICT in una prospettiva di law and techno…

La sicurezza dei sistemi di ICT in una prospettiva di law and technologies

La sicurezza è un bisogno innato nell’essere umano, legato alla costante presenza nell’ambiente di condizioni di imprevedibilità che determinano nell’uomo stati emozionali di insicurezza, di paura. Nella sua analisi delle motivazioni del...

04 Apr 2016 Letto:1482

Leggi tutto

I dati personali come un numero telefonico? Il diritto alla portabil…

I dati personali come un numero telefonico? Il diritto alla portabilità del dato nel nuovo Regolamento UE

I dati personali come un numero di telefono. Standardizzati, leggibili a macchina, in definitiva portabili. È l’obiettivo dichiarato dal nuovo articolo 18 del Regolamento Europea sulla protezione dei dati personali, secondo cui “l'interessato...

04 Apr 2016 Letto:1581

Leggi tutto

Nuovo Regolamento europeo: molto più complesso se si pensa allo scen…

Nuovo Regolamento europeo: molto più complesso se si pensa allo scenario

Il Regolamento europeo per la privacy, non è una semplice nuova legge, per le aziende sarà una innovazione che si dovrà inserire in un contesto estremamente complesso ed in uno scenario giuridico...

04 Apr 2016 Letto:2111

Leggi tutto

Multe & Sentenze

Il Corriere della Privacy S.r.l. P.I. 06199650489 - Testata registrata Tribunale di Firenze N.5871 del 08.05.2012
©Copyright 2011-2018 | | Direttore Responsabile: Nicola Bernardi