Sab22092018

Ultimo aggiornamento06:43:53

Verizon: multa da 7,4 mln di dollari per violazione alla privacy

  • PDF

Verizon ha raggiunto un accordo da 7,4 milioni di dollari con la Federal Communication Commission americana, a seguito di una lunga indagine sulle attività del colosso che in passato avrebbe usato informazioni personali dei suoi clienti per scopi commerciali senza le notifiche preliminari ai diretti interessati. Ciò viola le leggi americane poichè, secondo il Communications Act, le compagnie telefoniche sono tenute ad informare i clienti sui loro diritti alla privacy nella prima fattura o tramite comunicazione via telefono.

 

Secondo la FCC, a partire dal 2006, circa 2 milioni di clienti di Verizon non hanno avuto la possibilità di ricevere informazioni sulla gestione del diritto alla privacy e l’azienda avrebbe utilizzato i loro dati personali per le campagne di marketing senza alcun consenso preliminare. Verizon, per sua parte, ha sempre sostenuto di non aver avuto contezza di questa attività fino al 2012 ma ha omesso di notificare la notizia alla commissione fino al al 2013, circa 126 giorni dopo il fatto. 

“Nel mondo sempre connesso di oggi è fondamentale che ogni compagnia telefonica onori il suo dovere di informare i clienti delle loro scelte in termini di privacy e rispetti tali scelte“, ha detto Travis LeBlanc, Vice Capo dell’Enforcement Bureau della FCC, in un comunicato ufficiale. “È chiaramente inaccettabile per qualsiasi compagnia telefonica l’uso delle informazioni personali dei propri clienti per migliaia di campagne di marketing senza nemmeno dare loro la possibilità di replica”.

Oltre a pagare gli oltre 7 milioni di dollari Verizon, per i prossimi tre anni, dovrà anche includere informazioni dettagliate sulle finalità dei suoi servizi di marketing in ogni fattura inviata ai propri clienti. E dovrà anche monitorare e testare i propri sistemi di fatturazione avvisando la FCC in caso di eventuali problemi entro cinque giorni lavorativi.

Fonte: TechEconomy 

Ti può interessare anche:

Commenti (0)
Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti!

Ultimo aggiornamento Venerdì 12 Settembre 2014 21:30

Focus

Privacy, utenti più tutelati con il giro di vite sul consenso

Privacy, utenti più tutelati con il giro di vite sul consenso

Amici che con vostro stupore sanno dove vi trovate o che musica state ascoltando, call center che vi bersagliano di telefonate promozionali nonostante non vi ricordiate di aver mai dato loro il...

18 Mag 2017 Letto:1001

Leggi tutto

RGPD e profilazione: cosa cambia con il nuovo Regolamento?

RGPD e profilazione: cosa cambia con il nuovo Regolamento?

Il diavolo e l’acqua santa: il paradigma potrebbe apparire eccessivo ma descrive in sintesi il rapporto che accomuna le attività di profilazione ed il trattamento dei dati personali. Infatti se esaminiamo tutto...

15 Apr 2016 Letto:6188

Leggi tutto

La sicurezza dei sistemi di ICT in una prospettiva di law and techno…

La sicurezza dei sistemi di ICT in una prospettiva di law and technologies

La sicurezza è un bisogno innato nell’essere umano, legato alla costante presenza nell’ambiente di condizioni di imprevedibilità che determinano nell’uomo stati emozionali di insicurezza, di paura. Nella sua analisi delle motivazioni del...

04 Apr 2016 Letto:1534

Leggi tutto

I dati personali come un numero telefonico? Il diritto alla portabil…

I dati personali come un numero telefonico? Il diritto alla portabilità del dato nel nuovo Regolamento UE

I dati personali come un numero di telefono. Standardizzati, leggibili a macchina, in definitiva portabili. È l’obiettivo dichiarato dal nuovo articolo 18 del Regolamento Europea sulla protezione dei dati personali, secondo cui “l'interessato...

04 Apr 2016 Letto:1760

Leggi tutto

Nuovo Regolamento europeo: molto più complesso se si pensa allo scen…

Nuovo Regolamento europeo: molto più complesso se si pensa allo scenario

Il Regolamento europeo per la privacy, non è una semplice nuova legge, per le aziende sarà una innovazione che si dovrà inserire in un contesto estremamente complesso ed in uno scenario giuridico...

04 Apr 2016 Letto:2248

Leggi tutto

Multe & Sentenze

Il Corriere della Privacy S.r.l. P.I. 06199650489 - Testata registrata Tribunale di Firenze N.5871 del 08.05.2012
©Copyright 2011-2018 | | Direttore Responsabile: Nicola Bernardi