Sab23092017

Ultimo aggiornamento06:43:53

Approfondimenti

Google e l’autolesionismo europeo

Continuiamo cosi, facciamoci del male, diceva un vecchio adagio di un film degli anni ’80 di Nanni Moretti. Procediamo, mi raccomando, spediti nel generare confusione, spaventare i mercati, produrre disinformazione. A volte queste azioni vengono intraprese separatamente l’una dall’altra, cosa di per sè sempre grave; altre volte, come abbiamo potuto verificare nelle recenti vicende che hanno visto Google, suo malgrado,  protagonista in Europa, il sincronismo cialtronesco o la malvagia casualità sono state in grado di mettere sovente insieme tutte e tre queste azioni, all’unisono in un concerto assordante e stonato che non fa bene, francamente a nessuno. Devi fare il login per leggere tutto l'articolo.Registrati ora!

Privacy su Internet, ruoli e responsabilità: un approccio funzionale centrato sull’utente

La discussione in merito al rapporto tra new technologies e protezione dei dati personali si fonda sull’evoluzione tecnologica e sui conseguenti mutamenti a livello socio-economico e culturale. La “rivoluzione digitale”, di cui sempre più spesso si parla, non trova le sue radici, come è avvenuto in passato, in movimenti politici, filosofici o culturali, ma è stata determinata dalle innovazioni legate ai nuovi strumenti di comunicazione e dalle dinamiche socio-economiche messe in atto. La principale caratteristica dei nuovi strumenti è senza dubbio l’interattività:

 

Devi fare il login per leggere tutto l'articolo.Registrati ora!

Ultimo aggiornamento Lunedì 11 Agosto 2014 08:41

Cassazione: si alla videosorveglianza se c’è il consenso dei lavoratori

Il datore di lavoro che installi in azienda un sistema di videosorveglianza, composto da telecamere che inquadrino direttamente le postazioni di lavoro del personale dipendente, non viola l’articolo 4 della Legge n. 300/1970 (c.d. “Statuto dei Lavoratori”) – e, pertanto, non commette reato – se, pur in assenza del previo accordo con le rappresentanze sindacali aziendali, raccolga comunque il preventivo consenso di ogni singolo dipendente.

 

Devi fare il login per leggere tutto l'articolo.Registrati ora!

Ultimo aggiornamento Sabato 18 Agosto 2012 14:15

La conservazione dei dati nell’era dei social network

In relazione a quello che è stato recentemente chiamato dai Garanti europei effetto diluvio (la massa delle comunicazioni spontaneamente fornite in rete) credo occorra fare mente locale e verificare quando e come le tante informazioni, che eccedono spesso e senz’altro i cosiddetti dati esterni, possano e debbano essere effettivamente conservati.Si ricorda che il Garante Italiano è intervenuto ancora in argomento di conservazione dati nel marzo 2010 dicendo che “le società dovranno innanzitutto cancellare i dati di traffico telefonico e telematico conservati oltre i tempi previsti dalla normativa italiana per finalità di accertamento e repressione dei reati.

 

Devi fare il login per leggere tutto l'articolo.Registrati ora!

Ultimo aggiornamento Lunedì 26 Marzo 2012 16:51

Focus

Privacy, utenti più tutelati con il giro di vite sul consenso

Privacy, utenti più tutelati con il giro di vite sul consenso

Amici che con vostro stupore sanno dove vi trovate o che musica state ascoltando, call center che vi bersagliano di telefonate promozionali nonostante non vi ricordiate di aver mai dato loro il...

18 Mag 2017 Letto:469

Leggi tutto

RGPD e profilazione: cosa cambia con il nuovo Regolamento?

RGPD e profilazione: cosa cambia con il nuovo Regolamento?

Il diavolo e l’acqua santa: il paradigma potrebbe apparire eccessivo ma descrive in sintesi il rapporto che accomuna le attività di profilazione ed il trattamento dei dati personali. Infatti se esaminiamo tutto...

15 Apr 2016 Letto:3188

Leggi tutto

La sicurezza dei sistemi di ICT in una prospettiva di law and techno…

La sicurezza dei sistemi di ICT in una prospettiva di law and technologies

La sicurezza è un bisogno innato nell’essere umano, legato alla costante presenza nell’ambiente di condizioni di imprevedibilità che determinano nell’uomo stati emozionali di insicurezza, di paura. Nella sua analisi delle motivazioni del...

04 Apr 2016 Letto:1023

Leggi tutto

I dati personali come un numero telefonico? Il diritto alla portabil…

I dati personali come un numero telefonico? Il diritto alla portabilità del dato nel nuovo Regolamento UE

I dati personali come un numero di telefono. Standardizzati, leggibili a macchina, in definitiva portabili. È l’obiettivo dichiarato dal nuovo articolo 18 del Regolamento Europea sulla protezione dei dati personali, secondo cui “l'interessato...

04 Apr 2016 Letto:1123

Leggi tutto

Nuovo Regolamento europeo: molto più complesso se si pensa allo scen…

Nuovo Regolamento europeo: molto più complesso se si pensa allo scenario

Il Regolamento europeo per la privacy, non è una semplice nuova legge, per le aziende sarà una innovazione che si dovrà inserire in un contesto estremamente complesso ed in uno scenario giuridico...

04 Apr 2016 Letto:1597

Leggi tutto

Multe & Sentenze

Il Corriere della Privacy S.r.l. P.I. 06199650489 - Testata registrata Tribunale di Firenze N.5871 del 08.05.2012
©Copyright 2011-2017 | | Direttore Responsabile: Nicola Bernardi